Trapani

Categoria: 03 Mag 2014

Trapani Città portuale e capoluogo di provincia della Sicilia, situata all’estremità nord-occidentale dell’isola, la cui parte antica sorge su una stretta penisola, mentre la nuova si sviluppa nella piana che si estende ai piedi del monte di Erice.
Originariamente villaggio dei sicani chiamato Dràpano ( Drépanon dai greci), divenne importante scalo marittimo e base navale cartaginese. Conquistata dai romani nel 241 a.C., declinò lentamente per vari secoli, fino alla ripresa commerciale sotto le dominazioni araba (dal IX secolo) e normanna (dal 1077), cui seguì la notevole attività costruttiva aragonese, dalla fine del secolo XIII. Fortificata nel Cinquecento da Carlo V di Spagna, continuò ad arricchirsi, in particolare per il commercio del sale. Passata nel XVIII secolo ai Borbone, fu tra le prime città siciliane a ribellarsi al loro governo, nel 1848. Negli anni 1940-1943 subì pesanti bombardamenti.

Nella città odierna si riconosce facilmente il nucleo di origine altomedievale (araba), dal tipico dedalo di stradette e vicoli ciechi, che sorge nella parte centrale della piccola penisola. Lo affianca a ovest, fino all’estremità peninsulare, la parte, di estensione limitata, sviluppatasi nei secoli XIV-XV, e a est l’espansione ottocentesca lungo via Fardella, con strade rettilinee e ortogonali fra loro. Nel centro storico sono molti gli edifici settecenteschi. Fra i monumenti più notevoli si notano il santuario dell’Annunziata , con facciata trecentesca, campanile barocco e interno rifatto nel 1760 (con la cappella dei Marinai, del Cinquecento, e la Madonna di Trapani , trecentesca, di Nino Pisano o seguaci); il Palazzo della Giudecca , del primo Cinquecento, con vari elementi catalani; la chiesa di Santa Maria del Gesù , dalla facciata gotico-rinascimentale, con una terracotta di Andrea della Robbia; la Cattedrale , del 1635, con facciata del 1740. Il Museo regionale Pepoli espone fra l’altro una scultura di Antonello Gagini (1522), una tela di Tiziano, opere d’arte minore e reperti archeologici dal territorio; nella torre di Ligny (eretta nel 1671) ha sede il Museo della preistoria ; la Biblioteca Fardelliana conserva codici miniati del XIV-XV secolo e pregevoli incisioni. Il venerdì santo si svolge la tradizionale processione dei Misteri (grandi gruppi lignei settecenteschi).

Trapani è il principale mercato per i prodotti del circostante territorio agricolo, con industrie di trasformazione (soprattutto del pescato). Altre attività sono quelle portuali (commerciali e passeggeri) e delle saline. Caratteristico l’artigianato del corallo e della madreperla.

© Copyright - Residence I Faraglioni | C.da Piano Vignazze, 93 - Scopello - Castellammare del Golfo Tel./Fax +39 924.541289 | info@ifaraglioni.com